home | centro di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
via Mentana 2
40126 Bologna
Tel. 051.231313
Fax. 051.6561934
scrivici una mail
mail 
IL CENTRO PROGETTI RISORSE NEWS EDITORIA UNIVERSITA' LINK MAPPA

Home > Legislazione > Regionale > Emilia Romagna

«

pagina precedente

 EMILIA-ROMAGNA

Con la seguente legge, la Regione Emilia Romagna disciplina gli interventi volti alla promozione, allo sviluppo e alla qualificazione della impresa cooperativa: Legge regionale n. 22 del 23/03/1990 " Disposizioni di principio e disciplina generale per la cooperazione " successivamente modificato con L.R. 4 febbraio 1994 n.7, L.R.12 dicembre 1997 n.42, L.R. 21 aprile 1999 n.3. La legge prevede, all'art.6, la costituzione del sistema informativo sulla cooperazione regionale: il SICR è costituito nell'ambito dell'Assessorato regionale competente in materia di cooperazione e opera in raccordo con le Associazioni di rappresentanza del movimento cooperativo al fine di acquisire informazioni utili alla conoscenza del fenomeno cooperativo. Inoltre, gli artt. 7 e 7bis hanno permesso la costituzione di un consorzio fidi regionale tra imprese cooperative, denominato Coop.E.R.Fidi, che ha lo scopo di agevolare l'accesso al credito dei propri associati, anche mediante la prestazione di idonee garanzie agli istituti di credito convenzionati. L'Emilia-Romagna ha provveduto a far adottare dalla Giunta regionale, il 10 ottobre 2000, la delibera di subentro della regione alla Convenzione per la gestione del Foncooper. Inoltre, sempre in tema di decentramento operativo del Foncooper, la Regione ha promosso la Convenzione Coop.E.R.Fidi/Coopercredito, che ha il fine di consentire la tempestiva copertura finanziaria degli investimenti effettuati da quelle cooperative emiliane che abbiano richiesto interventi del Foncooper, ma in carenza di disponibilità di fondi siano state poste in "lista d'attesa". Le cooperative sociali sono disciplinate dalla L.R. n.7 del 4/02/1994 "Norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale, attuazione della Legge 8 novembre 1991, n.381". Alle cooperative sociali vengono concessi contributi: per adeguamento del posto di lavoro per persone svantaggiate; per spese di avviamento; per assunzione di persone svantaggiate che cessino di essere soci lavoratori o lavoratori di una cooperativa sociale. Ancora per le cooperative sociali, in Emilia-Romagna è prevista una riduzione dell'aliquota IRAP. In base alla L.R. n.48 del 21/12/2001, art.7 per ONLUS e cooperative sociali, l'aliquota dell'IRAP è determinata, limitatamente all'attività istituzionale esercitata, nella misura del 3,50%. Inoltre, va considerato che anche l'Emilia-Romagna è destinataria delle misure strutturali comunitarie. L'Obiettivo 2 per il periodo 2000-2006 interesserà in tutto o in parte il territorio di 130 Comuni (38% del totale). Complessivamente, tra risorse comunitarie, nazionali e regionali, si potrà fare affidamento su oltre 245 milioni di euro. In particolare, le aree di intervento del Documento Unico di Programmazione della Regione sono suddivise su due Assi, riguardanti il sostegno alle imprese e la programmazione negoziata per lo sviluppo locale. E´ stata approvata il 31 maggio 2006 dall´Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna la nuova legge sulla cooperazione ( legge 6/2006 ). Sono in tutto 13 articoli che riformano profondamente la precedente legge n. 22/90.

Testi di legge:

  • Regione Emilia-Romagna
  • Fonte: SERENA BITOSSI, FRANCESCA GIUSTI, Legislazione regionale in materia di cooperazione in Rivista della Cooperazione , n. 1, 2003 pp. 130 - 158.
  • legge regionale n. 6/2006

    legge regionale n. 22/1990



    pagina per la stampa

    HOMEPAGE IL CENTRO