home | centro di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
via Mentana 2
40126 Bologna
Tel. 051.231313
Fax. 051.6561934
scrivici una mail
mail 
IL CENTRO PROGETTI RISORSE NEWS EDITORIA UNIVERSITA' LINK MAPPA

Home > Temi cooperativi > Pensatori Europei > Ferdinand Lassalle

«

pagina precedente

 Ferdinand Lassalle (1825-1864)

Il brano proposto fa parte di una nota e vivace polemica di Lassalle contro Schulze-Delitzsch, a proposito dell’associazionismo fra i meno abbienti. Il concetto di cooperazione, in Lassalle, rimane piuttosto sullo sfondo, oscurato dall’idea che l’emancipazione dei lavoratori non dovesse derivare dalla rivendicazione sindacale ma da un’azione dello Stato. Il fulcro del suo programma politico-economico era il conseguimento dell’unità tedesca, raggiungibile mediante l’imposizione dell’egemonia prussiana ai piccoli principati; su questa base la classe operaia tedesca, organizzata in un’unica associazione nazionale, ma incapace di emanciparsi autonomamente sul piano economico, avrebbe costituito cooperative operaie appoggiate e finanziate dallo Stato, che doveva essere trasformato profondamente per diventare lo «strumento del benessere generale».

Per la questione operaia
, Roma, Luigi Mongini Editore, 1903, pp. 13-15. Discorso tenuto a Lipsia il 16 aprile 1863 in un’adunanza operaia.


pagina per la stampa

HOMEPAGE IL CENTRO