home | centro di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
via Mentana 2
40126 Bologna
Tel. 051.231313
Fax. 051.6561934
scrivici una mail
mail 
IL CENTRO PROGETTI RISORSE NEWS EDITORIA UNIVERSITA' LINK MAPPA

Home > Strutture > Imprese cooperative > Manifatturiere > Cooperativa Bilanciai (Lega)

«

pagina precedente

 Cooperativa Bilanciai

La Cooperativa Bilanciai nacque come società privata nel 1949, a Campogalliano, in provincia di Modena. Era una piccola azienda artigiana, composta da sole sei persone, per lo più espulse da altre imprese locali per motivi politici. Questi lavoratori vollero fin da subito elaborare uno statuto molto attento al sociale e in alcuni aspetti davvero vicino a quelli delle cooperative. La ditta operava nell’ambito della componentistica per bilance e altri strumenti per pesare, un comparto che vede il distretto di Campogalliano leader a livello mondiale.
 
Nel 1963, l’impresa si costituì definitivamente in cooperativa, anche per meglio gestire un aumento del giro di affari e soprattutto delle risorse umane. A metà degli anni sessanta i soci erano poco meno di una trentina, ma già cinque anni dopo, ad esempio, avevano già superato la settantina. Contemporaneamente si era investito molto nel know-how: era stato realizzato il primo laboratorio elettronico, progettati alcuni fortunati prototipi, assunti i primi ingegneri. In virtù di queste scelte, gli anni settanta, che per molte imprese costituirono una fase d’arresto, per la Cooperativa Bilanciai rappresentarono un trampolino di lancio verso un circuito economico molto più ampio, che vedeva dismessi gli aspetti più tipicamente artigianali. Sull’onda di questa crescita, iniziò anche un processo di internazionalizzazione che permetteva alla cooperativa di acquisire pacchetti azionari di altre società del settore, soprattutto all’estero.
 
Negli anni novanta si inizierà a parlare di Gruppo Bilanciai, in riferimento a questo insieme di strutture e aziende, collegate con un fulcro – la sede di Campogalliano – che vanta la tradizione e la cultura cooperativa.
 
Oggi questa rete imprenditoriale si è ulteriormente allargata, con l’acquisto dell’importante gruppo tedesco Pfister Waagen, e la siglatura di una joint venture con la statunitense B-Tek.
 
Fonte:
Modena. La cooperazione, Milano, Edit. Ambrosiana, 1990.
 
Sito internet:


pagina per la stampa

HOMEPAGE IL CENTRO